maggio 15, 2020

Ciclovia Lombardia centrale: Naviglio Grande, Milano, Martesana, Adda, Vacchelli, Oglio, Po







</p> <h1>Ciclovia Naviglio Grande</h1> <p>
Naviglio Grande

Siamo partiti da Sesto Calende e abbiamo seguito l’argine del Canale industriale e poi del Naviglio Grande. A Milano abbiamo attraversato il centro andando a cercare la Martesana che abbiamo seguito fino all’Adda. Ne abbiamo disceso il corso fino al Canale Vacchelli, quindi il Naviglio Cremonese e il fiume Oglio fino al Po.
Per vedere i dettagli della traccia con google hearth clicca su Ciclovia Lombardia centrale.

Se vuoi invece scaricare la traccia in formato gpx clicca su Ciclovia Lombardia centrale gpx.

Abbiamo diviso il percorso in quattro tappe: sotto la prima.

Prima tappa: il Naviglio Grande fino ad Abbiategrasso

Naviglio Grande

Questo tratto sul Canale industriale e sul Naviglio Grande è comune ai due itinerari Lombardia centrale e bassa. Dopo 5 chilometri dalla centrale Enel, incontriamo un’altra centrale idroelettrica a Tornavento (la foto è da sud e quindi la pista è a sinistra per il nostro senso di marcia).

Canale Villoresi

Fino a qui ci sono tre corsi d’acqua che corrono più o meno paralleli: il Canale industriale dove siamo noi, il Ticino alla nostra destra e il Villoresi alla nostra sinistra. Poco prima di Tornavento dal Ticino viene derivato un nuovo canale, il Naviglio Grande, mentre, poco dopo, il Villoresi si allontana definitivamente dagli altri corsi d’acqua. Il Naviglio Grande scorre fino a Nosate come un piccolo rio per diventare un canale navigabile poco prima di Turbigo dove confluisce una ulteriore derivazione del Ticino. A Nosate la pista abbandona il Canale Industriale passando su un ponte a destra e, con un tratto di sterrato, raggiunge l’alzaia sinistra del Naviglio Grande.

Naviglio Grande

Questo piccolo tratto da Nosate a Turbigo è veramente idilliaco.

Naviglio Grande

Naviglio Grande

A Turbigo incontriamo un incrocio nevralgico (nella foto sotto) del sistema idraulico: le acque del Canale industriale, dopo aver alimentato un’ulteriore centrale idroelettrica, finiscono nel Naviglio Grande da cui si diparte anche un “canale scaricatore” verso il Ticino. La pista passa affianco alla centrale.

Naviglio Grande

Siamo sempre sull’alzaia sinistra del Naviglio Grande mentre sulla destra abbiamo alcuni esempi di archeologia industriale.

Naviglio Grande

Naviglio Grande

Finita l’area industriale di Turbigo, passiamo sull’alzaia destra pedalando in mezzo alla campagna.

Naviglio Grande

A Cuggiono abbiamo una magnifica vista su Villa Clerici e il suo meraviglioso giardino.

Villa Clerici, Cuggiono

Villa Clerici, Cuggiono

Continuiamo a pedalare sull’alzaia destra tra campi coltivati, cascine (sotto, vicino a Castelletto)

Castelletto

e piccoli borghi (sotto, la fermata di Bernate delle barche).

Bernate

A Boffalora (sotto)

Boffalora

si ripassa sull’alzaia sinistra con un magnifico boschetto sull’altra riva

Boffalora

e poi un’altra magnifica villa.

Boffalora

Si pedala sull’alzaia sinistra fino ad Abbiategrasso dove si scavalca il canale: scendendo dal ponte a sinistra si va a Milano con il Naviglio Grande, scendendo a destra si va a Pavia con il Naviglio Bereguardo.

Clicca qui per la Lombardia centrale: Milano, Martesana, Adda

Clicca qui per la Lombardia bassa: Naviglio Bereguardo, Pavia, Cremona