ottobre 5, 2019

Ciclovia Lombardia dal lago Maggiore al Po







</p> <h1>Pista ciclabile dal lago Maggiore al Po passando da Milano</h1> <p>
lago Maggiore-Po

In primavera e in autunno 2019 e poi in primavera 2020, abbiamo percorso più volte varie piste ciclabili della Lombardia tra quelle elencate nel sito “Movimento lento” della Regione.
Abbiamo collegato varie ciclabili in modo di creare un percorso che vada dal lago Maggiore al fiume Po in corrispondenza della foce del Mincio.
Di solito siamo partiti da Milano in treno e tornati in e-bike oppure, percorsa la ciclabile prescelta, tornati di nuovo in treno.
Quindi le tracce gpx e kml sono un tentativo di ottimizzazione dei percorsi fatti evitando di percorrere strade aperte al traffico automobilistico a meno di non avere la ciclabile protetta: ci siamo quasi sempre riusciti.
Abbiamo pedalato su tre direttive:
– LA, Lombardia alta: Sesto Calende, Canale Villoresi, lago di Iseo, lago di Garda, Mincio, Po;
– LC, Lombardia centrale: Sesto Calende, Naviglio Grande, Milano, Martesana, Adda, Oglio, Po;
– LB, Lombardia bassa: Sesto Calende, Naviglio Grande, Naviglio Bereguardo, Pavia, Cremona, Mincio, Po.
Per vedere i dettagli delle rispettive tracce con google hearth clicca su Ciclovia Lombardia alta, Ciclovia Lombardia centrale e Ciclovia Lombardia bassa.

Se vuoi invece scaricare le tracce in formato gpx clicca su Ciclovia Lombardia alta gpx, Ciclovia Lombardia centrale gpx e Ciclovia Lombardia bassa gpx.

Canale Villoresi

La diga del Panperduto vista da sud.

Naviglio Grande

Il Naviglio Grande tra Nosate e Turbigo.

Naviglio Martesana, Milano

L’inizio della ciclabile della Martesana a Milano.

Canale Muzza

La Muzza e il Palazzo Visconteo a Cassano d’Adda.

Tombe Morte

La chiavica dei 13 ponti a Genivolta.

Naviglio Pallavicino

La ciclabile tra i navigli cremonesi.

Fiume Oglio

La ciclabile lungo il fiume Oglio.

Canneto sull'Oglio

Canneto sull’Oglio.

Prologo comune a tutti gli itinerari

lago Maggiore-Po

Partiamo da Sesto Calende con il lungofiume di viale Italia

Sesto Calende

e proseguendo poi per una strada a traffico limitato con una bella vista sul fiume Ticino.

Sesto Calende

Il fiume è pieno di cigni e uccelli acquatici.

Sesto Calende

Si prosegue sull’alzaia con una breve deviazione sulla statale e, in prossimità della Centrale idroelettrica di Porto della Torre, bisogna percorrere circa 1500 metri sulla trafficata statale: è l’unico tratto fastidioso dell’intero percorso; subito dopo si pedala solo sulle alzaie dei canali e del Ticino. Entrati sullo sterrato siamo subito in vista della diga del Panperduto (sotto, foto di repertorio). Da qui la ciclopedonale è su asfalto.

Canale Villoresi

Lo sbarramento crea una derivazione del Ticino da cui si originano dopo circa 600 metri, e un secondo sbarramento, due canali artificiali: il Villoresi e il Canale Industriale. Sotto, il Panperduto1 visto da sud con a destra l’alzaia ciclopedonale (sinistra per il nostro senso di marcia).

Canale Villoresi

Il successivo sbarramento della derivazione, Panperduto2, è il punto di inizio dei due canali artificiali (il Villoresi è quello che si intravede a sinistra nella foto sotto). La ciclabile prosegue sul lato destro del Canale industriale. Si può pedalare anche sullo sterrato al centro dei due canali.

Canale Villoresi

La pista prosegue per circa 5 chilometri sempre sull’alzaia destra del Canale industriale fino alla centrale idroelettrica dell’Enel che utilizza le acque del canale. Nella foto, il vascone a monte delle turbine.

Canale Villoresi

Qui la pista scende, passa sotto al vascone e prosegue sull’alzaia sinistra del canale che esce dalla centrale idroelettrica. Dopo circa 2,6 chilometri si può decidere se andare a sinistra per fare la ciclovia Canale Villoresi, lago di Iseo, lago di Garda, fiume Mincio, oppure diritto. In questo caso si pedala lungo il Naviglio Grande e ad Abbiategrasso si decide se raggiungere il Po passando da Pavia oppure da Milano e lungo i fiumi Adda e Oglio.

Clicca qui per l’itinerario Lombardia alta

Clicca qui per gli itinerari Lombardia centrale e bassa