gennaio 26, 2019

P4) Faro







</p> <h1>da Faro all’aeroporto</h1> <p>
Algarve

Questo quarta tappa si svolge in gran parte su strade con scarso traffico e in piccola parte su piste ciclabili.
Si parte da Largo de Sao Francisco, enorme parcheggio vicino alla cattedrale di Faro, dove in bassa stagione turistica si trova sempre posto per l’auto. Una parte del parcheggio è a pagamento, la parte più vicina al centro è gratuita ma infestata dai parcheggiatori abusivi, il resto è gratuito e tranquillo.

Sbarcata la bici ci si dirige a Ovest verso le mura della città vecchia e lo stretto passaggio pedonale a sinistra delle mura e affianco alla ferrovia.

faro

faro

Si costeggia per un centinaio di metri la ferrovia e si sbuca sul porto di Faro.

faro

Quindi si gira intorno al porto fino a raggiungere l’attraversamento pedonale della ferrovia.

faro

Superata la ferrovia si prende la strada sterrata a destra e si costeggia la laguna.

faro

Si prosegue dritto e poi si prende la pista ciclabile appena compare su una strada laterale a sinistra.

faro

Alla fine del “lungolaguna” si va diritti o si segue la pista gialla: si ricongiungono dopo qualche decina di metri.

faro

Si arriva quindi a un ponticello superato il quale, dopo un breve tratto di strada bianca, si gira a sinistra sull’asfalto.

faro

Alla prima biforcazione si tiene la sinistra

faro

così come alla seconda dove si imbocca la strada con il divieto di accesso “escluso le biciclette”.

faro

Dopo un po’ l’asfalto termina e si prosegue sempre dritto sullo sterrato avendo la laguna sempre a sinistra.

faro

Ricominciato l’asfalto, si sbuca su un lato dell’aeroporto di Faro. Qui si può andare a sinistra su una strana bianca e costeggiare la recinzione dell’aeroporto oppure a destra sulla pista ciclabile. Nel primo caso si fanno solo sentieri e strade bianche, nel secondo un po’ di asfalto ma si passa dalla salina.

Clicca qui per la quinta tappa: Quinta do lago